• 800.709993
  • 0

Tariffe e offerte per ricaricabili a consumo: confronta le promozioni

Tutte le soluzioni alle tue esigenze


Le offerte a consumo ricaricabili, tenendo conto delle importanti trasformazioni del mercato della telefonia mobile di questi anni, sono state relegate in secondo piano, surclassate ampiamente da pacchetti, opzioni e promo speciali proposti continuamente dalle compagnie telefoniche. Questa tipologia di piani, però, è ancora presente, anche se poco utilizzata: di cosa si tratta e quando conviene utilizzarli?

Cosa sono le offerte per ricaricabili

Le tariffe ricaricabili sono piani che prevedono un costo sui servizi di telefonia che varia a seconda di quanto vengono utilizzati. Ogni servizio, che sia chiamata, SMS o Internet, ha di base una tariffa a consumo, che scatta nel momento in cui vengano superate le eventuali soglie previste dall'offerta sottoscritta. Se, invece, non avete alcuna offerta a soglie o opzioni attive sul vostro numero, è molto probabile che stiate usando proprio una tariffa ricaricabile a consumo. Generalmente le tariffe a consumo vengono attivate di base su una SIM card e vengono chiamate, appunto, tariffe base.  E' possibile attivare delle tariffe a consumo differenti dai piani base anche se, come scritto in precedenza, ormai sono davvero poche le persone che le utilizzano. Perché oggi poche persone utilizzano solo ed esclusivamente queste tariffe e si affidano a pacchetti e opzioni (spesso tutto incluso o con telefono+Internet)? Il motivo principale è senza dubbio l'arrivo degli smartphone sul mercato e la loro enorme diffusione, oltre che l'utilizzo ormai generalizzato delle connessioni Internet mobili: avere un telefono avanzato necessita di una connessione Internet quasi sempre attiva e un piano a consumo per i dati sarebbe estremamente sconveniente. Inoltre, la possibilità di avere pacchetti di telefonate e/o sms “mensili” (più frequentemente ogni 4 settimane) rende spesso più onerose le tariffe a consumo.

Quando non attivare le tariffe ricaricabili

  Se avete uno smartphone e utilizzate ogni giorno la connessione dati del vostro operatore, dovrete necessariamente cercare un'offerta Internet o tutto incluso da attivare: l'uso dei piani Internet base, infatti, sarebbero un vero e proprio salasso che prosciugare in pochi giorni il vostro credito. Oggi le tariffe Internet a consumo e quelle base hanno costi leggermente inferiori rispetto al passato, ma decisamente fuori mercato se confrontate alle offerte dedicate al servizio. Anche per quanto riguarda le chiamate e i messaggi, salvo qualche caso che vedremo nel prossimo paragrafo, è quasi sempre conveniente puntare su opzioni e pacchetti che abbiano tali servizi inclusi. Il vantaggio è quello di avere un certo numero di minuti senza scatto alla risposta e di SMS verso tutti ogni mese, pagando un canone accessibile. Le migliori tariffe le potete trovare e confrontare direttamente su ComparaSemplice.it, attraverso il nostro servizio di confronto tariffe: personalizzando la ricerca riuscirete a scoprire in breve tempo quali sono le offerte che fanno maggiormente a caso vostro.

Quando conviene attivare un'offerta ricaricabile?

Tuttavia, potrebbero esserci casi in cui le tariffe a consumo siano convenienti: se, ad esempio, utilizzate poco o nulla una connessione Internet mobile o non avete proprio bisogno di Internet su cellulare, allora non avrebbe molto senso attivare un'offerta dati. Stesso discorso se utilizzate pochissimo chiamate e sms: pacchetti di minuti e messaggi hanno comunque dei costi che potrebbero essere superiori alla spesa maturata con le tariffe a consumo. Quale opzione scegliere, quindi?

Offerte Internet mobile a consumo

Quali tariffe ricaricabili scegliere?

 Se fate parte di quella fascia d'utenza che non utilizza spesso il cellulare, non ha bisogno di una connessione Internet mobile ma utilizza il telefono prevalentemente per ricevere, inviare pochi sms e effettuare telefonate sporadiche, probabilmente le tariffe a consumo possono essere una buona soluzione. Sul mercato trovate diverse possibilità: le tariffe a consumo TIM, Wind, Vodafone e Tre sono quelle più diffuse ma anche altre compagnie, come ad esempio PosteMobile e CoopVoce, offrono dei piani interessanti. Ad esempio, troviamo tariffe con chiamate che non prevede lo scatto alla risposta: sono piani ideali se si effettuano brevi telefonate. Le chiamate con scatto alla risposta, invece, sono più adatte a chi sta più al lungo al telefono, perché hanno di solito una tariffazione al minuto più conveniente rispetto ai piani senza scatto. Per quanto riguarda gli sms, è difficile poter avere un quadro generale: i costi, infatti, variano notevolmente, anche tra una tariffa e l'altra di uno stesso operatore telefonico. Di solito i piani a consumo prevedono 10-15 cent di spesa per ogni messaggio inviato verso qualsiasi operatore, ma non mancano tariffe a condizioni migliori. Cercate il profilo più equilibrato che possa offrire una tariffazione adeguata di chiamate e sms in base alle vostre abitudini d'utilizzo. Su Internet, invece, potreste trovarvi di fronte a due possibilità: la prima è la tariffazione base. La tariffa Internet base è il pagamento di un contributo all'operatore nel caso in cui ci si connetta ad Internet senza profili dati attivi. La tariffa base in genere permette di navigare per tutto il giorno (e in alcuni casi “Illimitatamente”, con velocità rallentata al superamento di un preciso numero di GB) pagando una cifra una tantum sui 3-4 euro. La spesa, come potete notare, è abbastanza importante e l'uso di una tariffa Internet base risulta conveniente solo se si naviga davvero pochissimo da cellulare durante l'anno. Un'altra possibilità è di attivare una tariffa a consumo che preveda un costo per ogni KB o MB scaricato durante la navigazione Internet: spesso questa soluzione viene utilizzata dagli operatori telefonici per tariffare traffico il dati extra soglia (quando non è prevista l'interruzione della navigazione o il rallentamento della velocità), ma esistono anche dei piani ad hoc che regolano l'uso di Internet al di fuori di pacchetti e opzioni. Per conoscere le tariffe base e a consumo del vostro operatore potete dare un'occhiata al sito ufficiale della compagnia telefonica oppure chiamare il servizio clienti. Se, invece, volete sapere quale tariffa base avete attiva sul vostro numero, generalmente è possibile avere tali informazioni sull'area clienti del sito della compagnia o semplicemente sull'app ufficiale del vostro operatore, nella sezione dedicata alle offerte attive sulla sim. Se, invece, non riuscite a trovarla, il customer care dell'operatore telefonico potrà sicuramente aiutarvi.

Confronta Tariffe Internet Mobile

Vuoi risparmiare sul tuo abbonamento Internet Mobile? Compara tutte le tariffe Internet e scegli la più conveniente!

Ultime notizie dalla rete